Login

Sviluppato un modo per assorbire CO2 più velocemente delle piante

Attraverso il processo fotosintetico le piante assorbono il diossido di carbonio e lo trasformano, dopo una serie di cicli, in diverse sostanze organiche. È un processo lento e può sintetizzare fino al 25% della CO2 presente nell’atmosfera. Un team di ricercatori del Max Planck Institute for Terrestrial Microbiology di Marburg, in Germania sono partiti dalla fotosintesi per realizzare un procedimento analogo, ma più veloce ed energicamente efficiente.

Lo studio condotto dai ricercatori tedeschi si è concentrato sullo sviluppo di un meccanismo di biosintesi per convertire anidride carbonica in prodotti organici. In altre parole, hanno riprodotto in laboratorio la fissazione del carbonio, cioè la seconda parte del processo fotosintetico, detta anche “fase oscura, che è risultata però più veloce ed efficiente dal punto di vista energetico rispetto a quella naturale. Quando le piante assorbono il carbonio durante il ciclo di Calvin, cioè la seconda fase processo fotosintetico, entra in gioco un enzima, il RuBisCO (Ribulosio Bisfosfato Carbossilasi/Ossigenasi), che aiuta la reazione che trasforma la CO2 in glucosio usato poi dalle piante come fonte di energia. I ricercatori hanno notato che il RuBisCO non è veloce  e di conseguenza rallenta l’intero processo di fotosintesi. Per realizzare un sistema più veloce, il team ha scelto 17 differenti enzimi provenienti da 9 diversi organismi viventi e ha progettato un nuovi sistema che ricrea il Ciclo di Calvin, ma con risultati superiori. Questi enzimi, fa sapere il team, appartengono ad un gruppo chiamato ECR e potrebbero aprire la strada ad un nuovo tipo di sistema di cattura del carbonio potenzialmente più efficace rispetto alla fotosintesi naturale. In particolare, gli enzimi ECR risultano in grado di fissare la CO2 quasi venti volte più velocemente del RuBisCO. 

Il team di ricercatori del Max Plank Institute fa sapere che il processo è stato sperimentato finora solo in vitro e quindi, fino a quando non saranno svolte ulteriori ricerche, non si può dire nulla con certezza. 

 

Rate this item
(10 votes)
Login to post comments

Video









Vai all'inizio della pagina