Login

MARIO RUSCONI RICORDA TULLIO DE MAURO

 a cura di Matteo Benevento

 

Sappiamo che Lei ha conosciuto il Prof. De Mauro scomparso nella giornata di oggi. Ricorda in quali occasioni?

Ho avuto la fortuna di conoscere il Professor De Mauro quando ho frequentato la facoltà di lettere classiche alla Sapienza di Roma. Era docente presso la cattedra di un grande glottologo, il Professor Pagliaro, ed io mi rivolsi a lui per avere delucidazioni relative all’esame che dovevo superare (ed era sicuramente uno dei più “tosti” del corso di laurea). Ne riportai un’impressione molto gradevole, vale a dire di una persona aperta al dialogo e disponibile con gli studenti.

Ha avuto altre occasioni di incontri con De Mauro?

Sì, in modo particolare quando ha svolto l’incarico di ministro della pubblica istruzione. In quella veste ha partecipato a diversi incontri organizzati dall’ANP, rivelandosi sempre particolarmente attento alle problematiche della scuola che affrontava non solo con impegno professionale ma anche con un’impostazione culturale non sempre frequente nei politici.

Della sua vasta produzione scientifica cosa pensa rimarrà incisiva anche per il futuro?

Ritengo che la pubblicazione delle lezioni di De Sausurre e il suo libro sulla storia linguistica dell’Italia unita, insieme al Grande Dizionario Italiano costituiscano delle pietre miliari non solo per gli specialisti ma anche per tutte le persone di cultura. 

Rate this item
(0 votes)
Login to post comments

Video









Vai all'inizio della pagina