Login

INTERVISTA A MIA NONNA DANILA

Mia nonna Danila è nata a Caorle, un piccolo paesino in provincia di Venezia, il 10 ottobre del 1947. Ha vissuto prima a San Stino di Livenza, poi quando aveva sei anni si è trasferita a Morosengo una cittadina Piemontese.  La intervisto perché sono curioso di conoscere le cose passate, le storie che non si trovano sui libri ma che sento direttamente dalla gente. I ricordi del tempo.

Nonna, com’era la vita a quel tempo?

Era difficile perché la nostra era una famiglia povera

Valeriano Cappelletto 10 anni

Quanti fratelli avevi?

Quattordici fratelli. In totale in casa con mamma e papà eravamo in sedici.

Eri la più piccola?

Ero la settima con un maschietto gemello, di nome Danilo

Avevi una casa tua? Dov’era?

Abitavamo in una cascina in aperta campagna. Eravamo in affitto con quaranta persone. L’affitto veniva pagato lavorando le terre e allevando il bestiame del padrone della cascina. La cascina si trovava in un paesino del Veneto chiamato San Stino di Livenza.

Cosa mangiavate?

Solo polenta, fagioli e cereali. Molto raramente il pollo o la carne.

Com’era la scuola?

C’era un’unica insegnante per cinque classi, dalla prima alla quinta. In quel paesino, dopo le scuole elementari non c’erano altre scuole.

Come ricevevate le notizie?

Il parroco della chiesa ci diceva le notizie più importanti, perché non avevamo né radio né televisione.

Come vi divertivate?

Ci divertivamo tanto a giocare tra noi fratelli e con gli animali.

 

Valeriano Cappelletto 10 anni

 

 

Rate this item
(0 votes)
Login to post comments

Video









Vai all'inizio della pagina